Etiopia - dati generali


Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 116.041.366,00
Import 2016 € 103.643.768,00
Import 2015 € 98.531.300,00
Export 2017 € 613.820.142,00
Export 2016 € 649.138.822,00
Export 2015 € 553.277.594,00
Aggiornamento: 13/07/2017

Capitale: Addis Abeba
Città principali:
Superficie (km²): 1 127 127
Popolazione: 84,7 milioni (2011); 110 milioni (2025)
PIL: 31,3 miliardi $
PIL/procapite: $359,9
Settori economici: agricoltura, produzione cemento, industria tessile ed alimentare
Religione: Cristiana 61%, musulmani 33%.
Lingue ufficiali: amarico, italiano, inglese
Moneta: Birr etiopico (Birr), ETB
Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all'orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all'Italia (1 ora avanti con l'orario legale)

 

L’Etiopia è membro di COMESA (Common Market for Eastern and Southern Africa), zona di libero scambio per l'Africa orientale e meridionale è una zona di libero scambio con l'obiettivo di realizzare il progresso economico e sociale sostenibile per tutti gli Stati membri attraverso una maggiore cooperazione e l'integrazione nei settori del commercio, dogane, trasporti, tecnologia, industria, energia, ecc.

Ha lo status di osservatore presso il WTO, e ha ripreso i negoziati di adesione.
 
L'Etiopia è uno dei paesi ACP (Africa, Caraibi e Pacifico) che sono legati all'UE da un accordo di partenariato firmato a Cotonou il 23 giugno 2000 ed entrato in vigore nel 2003. L’Accordo prevede, in particolare, l'istituzione di un partenariato economico (APE) che l'UE sta negoziando con sette regioni dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico.
 
L’Etiopia appartiene al gruppo dei paesi dell'Africa orientale e australe (Eastern and Southern Africa - ESA).
 
Paesi ESA: Comoros, Djibouti, Eritrea, Etiopia, Madagascar, Malawi, Mauritius, Seychelles, Somalia, Sudan, Zambia, Zimbabwe
             
Lo stato dei negoziati tra l'UE e l'Africa orientale e meridionale è disponibile sul sito Internet della Commissione europea - DG Commercio.
L’Etiopia è beneficiaria del programma UE "Everything but Arms" in quanto rientra nell’elenco dei paesi meno sviluppati. Questo programma permette ai prodotti etiopi preferenze tariffarie sul mercato europeo.