Costa Rica - dati generali


Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 484.892.874,00
Import 2016 € 531.797.724,00
Import 2015 € 406.201.664,00
Export 2017 € 273.580.280,00
Export 2016 € 292.559.736,00
Export 2015 € 297.169.422,00
Aggiornamento : 20/10/2016


Capitale: San José
Città principali: Alajuela, Heredia, Cartago
Superficie (km²): 51.090
Popolazione: 4,7 milioni (2011); 5,5 milioni (2025)
PIL: 40,9 miliardi $
PIL/pro-capite: 8.876,6 $
Settori economici: Servizi (turismo, call center); industria (attrezzature di trasformazione alimentare, tessile)
Religione: Cattolica: 76,3%; Evangelisti: 13,7%.
Lingue ufficiali: spagnolo
Moneta: Colòn, CRC
Fuso orario: 6 ore indietro rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 7 ore indietro rispetto all’Italia (8 ore indietro con l’orario legale)
 
  

 

Il Paese appartiene al mercato comune centroamericano (MCCA) comprendente, oltre al Costa Rica il Guatemala, El Salvador, l'Honduras, il Nicaragua e Panama dal 2013. Questo mercato comune persegue il processo di armonizzazione della regolamentazione attraverso il SICA (Sistema di integrazione centroamericana).
 
Uno degli assi fondamentali della politica commerciale del Costa Rica è l'espansione della sua rete di accordi bilaterali e regionali, non solo con i suoi partner commerciali americani tradizionali, ma anche con i paesi in Europa e in Asia, come Cina e Singapore.
La lista degli accordi è consultabile sul sito del SICE (Sistema d’informazione del commercio estero).
   
È stato concluso un accordo di associazione tra l’Unione europea e l'America centrale nel maggio 2010. L’accordo è stato firmato nel giugno 2012. La parte commerciale è entrata provvisoriamente in vigore il 1° agosto 2013 (Honduras, Nicaragua, Panama); il 1° ottobre 2013 per il Costa Rica ed il Salvador; il 1° dicembre 2013 per il Guatemala.
 
Lo stato dei negoziati/accordi conclusi dall’ALE tra l'UE e l’America centrale è consultabile sul sito della Commission européenne – DG trade.
 
L'evoluzione delle relazioni politiche tra l’Ue ed il Costa Rica è consultabile sul sito “Action extérieure de l’UE”.
   
SDOGANAMENTO E IMPOSTE 
Il Costa Rica sta continuando la modernizzazione delle dogane e l'adozione di sistemi computerizzati per la riduzione delle formalità e documentazione.
I prodotti importati sono soggetti a differenti tipi di imposte come l’imposta selettiva di consumo che va dal 5% al 75%, l’imposta sulle vendite del 13% e una soprattassa del 1% che si applica a tutte le importazioni di medicinali.
Nel caso dei liquori e del tabacco si applicano imposte differenti, le cui entrate sono destinate ad enti con fini sociali.
L’imposta di vendita o Imposta sul Valore Aggiunto, deve essere pagata tanto dalle persone fisiche quanto da quelle giuridiche, pubbliche e private, che realizzano vendite o offrono servizi. L’imposta selettiva di consumo grava sulla importazione di merci e sulle produzioni locali non artigianali.
La maggioranza dei prodotti importati non richiede un permesso d’importazione, tuttavia i medicinali, i cosmetici, i prodotti chimici, gli alimenti lavorati e le bibite richiedono un permesso d’importazione del Ministero della Salute, mentre le armi e le munizioni richiedono un permesso del Ministero della Sicurezza.
 
Il Costa Rica non applica restrizioni alle importazioni eccetto che per i combustibili, l’alcool e le gomme senza pneumatici.
I prodotti importati in alcuni casi devono possedere alcuni requisiti per entrare sul mercato costaricense, il più comune dei quali è la certificazione fito e zoo-sanitaria, principalmente per i prodotti come le cipolle, le patate, la carne ed il bestiame.
 
L’imposta doganale costaricense corrisponde alla nomenclatura “SAC” (tariffa centroamericana
sull’importazione) ed indica, voce per voce, le differenti tariffe previste. A causa dei frequenti decreti legislativi in materia, il codice che raccoglie le tariffe d’uso non sempre risulta aggiornato, ragion per cui è spesso necessario rivolgersi ad un agente specializzato o direttamente alla Dogana Centrale per conoscerne il quadro completo in vigore.
Per l’elenco completo delle imposte locali è possibile consultare il sito del Ministerio de Hacienda.
 
Inoltre, su alcuni prodotti considerati voluttuari, quali gioielli, bevande alcoliche, armi, ecc., viene applicata un’imposta selettiva di consumo (impuesto selectivo de consumo) a tasso variabile.
Le pratiche di importazione per prodotti di valore superiore ai 100 USD devono essere effettuate tramite spedizioniere doganale.