Territori palestinesi - dati generali


Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 1.227.228,00
Import 2016 € 3.420.878,00
Import 2015 € 1.625.322,00
Export 2017 € 24.430.172,00
Export 2016 € 36.441.500,00
Export 2015 € 45.759.960,00
Aggiornamento: 09/10/2017

Capitale: Gerusalemme
Città principali: Gaza, Ramallah
Superficie (km²): 6.0 (Banca Mondiale 2017)
Popolazione: 4,68 milioni (Banca Mondiale 2017)
Reddito Nazionale: PPA(*):26,03 miliardi US$ (Banca Mondiale 2017)
Reddito Nazionale/pro-capite: PPA(*): 5.560 US$ (Banca Mondiale 2017)
PIL: 14,50 miliardi US$ (Banca Mondiale 2017)
Lingue ufficiali: arabo, ebraico
Moneta: shekel israeliano, (NIS)
Fuso orario: 2 ore avanti rispetto all'orario del Meridiano di Greenwich; 1 ora avanti rispetto all'Italia

(*) PPA – parità potere di acquisto
 

 

I territori palestinesi sono parte della Grande Area Araba di libero scambio e hanno firmato accordi di libero scambio con numerosi partner: l'Unione Europea, EFTA, gli Stati Uniti, il Canada, la Giordania, l’ Egitto, la Russia, l’Arabia Saudita, Israele, la Turchia.

I territori palestinesi non appartengono al WTO.

L'accordo interinale di libero scambio tra l'Unione Europea e l'Autorità palestinese è entrato in vigore il 1° luglio 1997. Ha consentito l'istituzione di una zona di libero scambio per i prodotti industriali e agro-alimentari.

A complemento di tali disposizioni, nel 2012 è entrato in vigore un accordo per liberalizzare gli scambi di prodotti agricoli e prodotti della pesca.

Lo stato dei negoziati / conclusioni dell'ALS tra l'UE e i territori palestinesi è disponibile sul sito della Commissione europea-DG Trade.

I territori palestinesi sono inclusi nel partenariato euro-mediterraneo (processo di Barcellona e poi Unione per il Mediterraneo), che mira a rafforzare la cooperazione tra l'UE e la regione mediterranea attraverso progetti comuni.

I territori palestinesi sono anche coinvolti nella Politica europea di vicinato, che si propone di offrire a questi territori una relazione politica e l'integrazione economica con l'UE ulteriormente attraverso un programma di riforma economica e politica approvata da entrambe le parti e che è oggetto di relazioni annuali.

L'evoluzione delle relazioni politiche tra l'UE e i territori palestinesi è disponibile sul sito web dell'Azione esterna dell’UE.