Malaysia - dati generali


Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 1.781.572.508,00
Import 2016 € 1.917.128.842,00
Import 2015 € 2.035.363.314,00
Export 2017 € 1.913.621.468,00
Export 2016 € 2.120.846.472,00
Export 2015 € 2.518.474.994,00
Aggiornamento: 04/05/2016

Capitale: Kuala Lumpur
Città principali: Johor Bahru, Pinang 
Superficie (km²): 329.847
Popolazione: 28,9 milioni (2011); 35,2 milioni (2025)
PIL: 278,7 miliardi $
PIL/procapite: 9.700 $
Settori economici: industrie (semi-conduttori, articoli e apparecchi elettrici); settore terziario (turismo)
Religioni: Musulmani (52,7%) ; Buddisti (16,7%); Cristiani (6,8%); Induisti (6,7%)
Lingue ufficiali: malese
Moneta: dollaro della Malaysia o ringgit, MYR
Fuso orario: 8 ore avanti rispetto all'orario del meridiano di Greenwich.
 

 

La Malesia è membro dell' APEC (Forum di cooperazione economica Asia-Pacifico). Fa parte dell'ASEAN (Associazione delle nazioni del sud-est asiatico) dell'AFTA (ASEAN Free Trade Area) e, dal 31 dicembre 2015, fa parte dell’ASEAN Economic Community (AEC) il cui scopo è rendere la regione un vero mercato comune.

Ha partecipato ai negoziati per il Trans-Pacific Partnership (TPP), firmato il 4 febbraio 2016, con Australia, Brunei Darussalam, Canada, Cile, Giappone, Messico, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Perù, Singapore e Vietnam.

Ha firmato accordi con diversi paesi come Pakistan, Cile, India, Australia, ecc. Negozia anche accordi con altri paesi attraverso l'ASEAN, incluso il Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP).
   
Nelle sue relazioni con l'UE, la Malaysia fa parte dell'ASEM (Asia-Europa Meeting) e beneficia dei programmi di cooperazione avviati dall'UE a beneficio dell'ASEAN.

Poiché i negoziati per un accordo di libero scambio tra l'UE e l'ASEAN sono sospesi, l'UE ha deciso di avviare negoziati con diversi paesi di questa organizzazione, tra cui Singapore, Vietnam, Tailandia e Malesia. Si tratta di negoziare accordi di partenariato e cooperazione e accordi di libero scambio. I negoziati per un accordo di partenariato e cooperazione tra l'UE e la Malaysia sono stati conclusi l'8 dicembre 2015 e l'accordo è stato siglato il 6 aprile 2016. I negoziati sono tuttora in corso per l'accordo di libero scambio.

L'evoluzione delle relazioni politiche tra l'UE e la Malaysia e in particolare lo stato di avanzamento dell'accordo di partenariato e di cooperazione è disponibile sul sito web Azione esterna dell’UE.

Lo stato dei negoziati/conclusioni dell'ALS tra l'UE e la Malaysia è disponibile sul sito web della Commissione europea – DG commercio.

La politica di importazione della Malesia è relativamente aperta.

Grado di apertura del mercato
Lo sdoganamento è completamente informatizzato dal 2007: la dichiarazione di importazione, il calcolo e il pagamento delle tasse e lo svincolo delle merci avvengono per via elettronica.
Le dogane hanno inoltre facilitato gli scambi continuando a sostituire i controlli allo sdoganamento nel post verifica di sdoganamento. Ha implementato lo status di operatore economico autorizzato.
Una parte considerevole delle linee tariffarie della Malaysia è soggetta a licenze di importazione, la maggior parte delle quali non è automatica per ragioni sanitarie e fitosanitarie (nel caso dei prodotti agricoli). Tuttavia, le licenze non automatiche sono anche utilizzate per regolare il flusso delle importazioni e promuovere numerose industrie "strategiche".
Vi sono anche divieti di importazione applicati tra l'altro per motivi di sicurezza nazionale, religiosi o ambientali.
Le attività di sviluppo e miglioramento degli standard continuano ad essere una priorità per la Malesia entro il 2020.
La Malesia ha diverse zone franche (industriali e commerciali). Per ulteriori informazioni consultare il sito web del dipartimento per lo sviluppo degli investimenti (MIDA).  
Per ulteriori informazioni: http://www.customs.gov.my