Bielorussia - dati generali


Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 226.202.998,00
Import 2016 € 139.983.776,00
Import 2015 € 152.336.224,00
Export 2017 € 753.595.504,00
Export 2016 € 557.977.288,00
Export 2015 € 734.878.922,00

Aggiornamento: 28/04/2017

Capitale: Minsk
Principali città: Homel, Vitebsk, Hrodna
Superficie (km²): 207 600
Popolazione: 9,6 milioni (2011); 9,1 milioni (2025)
PIL: 55,5 miliardi $
PIL/pro capite: 5.881,5 $
Settori economici: Industria (macchine utensili, attrezzature agricole, fertilizzanti, prodotti chimici, materiali da costruzione prefabbricati, veicoli a motore, motocicli); settore terziario
Religioni: Ortodossi 86%; Cattolici 5%; Ebrei 5%.
Moneta: la moneta ufficiale della Bielorussia è il Rublo bielorusso (BYR).
Lingue ufficiali: bielorusso, russo
 

 

La Russia ha creato con la Bielorussia e il Kazakistan, un'unione doganale è entrata in vigore il 1° luglio 2010. Questa Unione ha stabilito norme comuni per la circolazione delle merci tra i paesi membri e ha stabilito la parità di accesso a tutti e tre i mercati per i prodotti importati da paesi terzi. In questo contesto, l'organo amministrativo sovranazionale dell'Unione doganale, la Commissione economica eurasiatica, ha adottato una normativa unificata sui documenti di sdoganamento o richieste, soprattutto in termini di controllo della qualità o assegni sanitarie e fitosanitarie.
Il 29 maggio 2014, i tre paesi hanno firmato un accordo che istituisce una Unione economica eurasiatica (UEEA) entrata in vigore il 1° gennaio 2015. L’Armenia ha formalmente aderito il 2 gennaio 2015; il Kirghizistan il 6 agosto 2015. Questi paesi hanno periodi transitori per introdurre la tariffa esterna ed adottare norme tecniche armonizzate.
L’Unione attua la libera circolazione delle merci, del capitale, dei servizi e del lavoro tra i paesi membri. Essa prevede la graduale unificazione delle regole per settori sensibili:
  • a decorrere dal 1° gennaio 2016 per i settori delle apparecchiature farmaceutiche e medicali,
  • a partire dal 1° luglio 2019 per il settore elettrico,
  • a partire dal 1° gennaio 2025 per il settore del petrolio e del gas. 
La Bielorussia ha lo status di osservatore al WTO.
 
Il Consiglio dei ministri Ue ha prorogato di un anno, fino al 28 febbraio 2018, le misure restrittive nei confronti della Bielorussia. Tra queste, un embargo sulle armi e il congelamento dei beni e il divieto di viaggio nei confronti di quattro persone, messe in correlazione con le sparizioni irrisolte di due politici dell'opposizione, un uomo d'affari e un giornalista tra il 1999 e il 2000. "I passi concreti da parte della Bielorussia per il rispetto delle libertà fondamentali universali, dello stato di diritto e dei diritti umani - spiega lo stesso Consiglio - continueranno a essere essenziali per definire la futura politica dell'Ue nei confronti della Bielorussia 

La Bielorussia partecipa alla politica europea di vicinato recentemente riveduta e al partenariato orientale. Lo stato dei negoziati / conclusioni degli accordi tra l'UE ed i paesi dell’UEAA è disponibile sul sito web della Commissione europea - DG Commercio.
Le relazioni politiche tra l'UE ed i paesi dell’UEAA sono disponibili sul sito web dell'Azione esterna dell’UE.
 
Nota bene: ll nuovo codice doganale UEEA dovrà entrare in vigore il 1 ° gennaio 2018.
Sito delle dogane Bielorussia: http://www.customs.gov.by/en