TUNISIA




Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 4.597.592.660,00
Import 2016 € 4.485.951.362,00
Import 2015 € 4.429.487.804,00
Export 2017 € 6.072.955.300,00
Export 2016 € 5.846.797.740,00
Export 2015 € 6.388.567.368,00
  
Aggiornamento: 09/06/2017

Capitale: Tunisi
Città principali: Hammamet, Tabarka, Susa, Sfax 
Superficie (km²): 163,600 (Banca Mondiale 2017)
Popolazione: 11,53 milioni (Banca Mondiale 2017)
Reddito Nazionale: PPA(*): 132,56 miliardi US$ (Banca Mondiale 2017)
Reddito Nazionale/pro-capite: PPA(*): 11.490 US$ (Banca Mondiale 2017)
PIL: 40,26 miliardi US$ (Banca Mondiale 2017)
Settori economici: agricoltura (11% del PIL); manifatturiero (20%), tessile e trasformazione alimentare; servizi (40%): ICT, turismo
Religioni: Musulmana (98%)
Lingue ufficiali: arabo, francese
Moneta: dinaro tunisino (TND)
Fuso orario: un’ora in meno durante il periodo nel quale in Italia vige l’ora legale; la stessa ora italiana durante il resto dell’anno.

(*) PPA – parità potere di acquisto

 

La Tunisia appartiene all’Unione del Magreb Arabo (UMA). È firmataria dell’Accordo di Agadir, entrato in vigore nel 2007, che prevede la realizzazione di una zona di libero scambio tra Egitto, Giordania, Marocco, Tunisia e che concorre a stimolare il commercio tra questi quattro paesi. Allo stesso tempo fa parte della Grande zona araba di libero scambio (GAFTA).
 
La Tunisia è membro del WTO dal marzo 1995.
 
Nell’ambito del partenariato euro-mediterraneo tra l'Unione Europea e i paesi del Mediterraneo del sud l’Unione Europea e la Tunisia hanno siglato, il 17 luglio del 1995, un accordo di associazione, entrato in vigore il 29 marzo 1998 che è stato modificato più volte in particolare per consentire l'applicazione delle norme sul cumulo d’origine.
 
L’accordo ha portato la realizzazione, a partire dal 2008, di una zona di libero scambio di prodotti industriali, tra i due partner. Attualmente sono in corso delle discussioni per liberalizzare il commercio di prodotti agricoli, dei servizi ed il diritto di stabilimento.
Questi temi sono stati incorporati nel futuro accordo di libero scambio globale e completo (DCFTA-Deep and Comprehensive Free Trade Area) che l'Unione europea e la Tunisia dovrebbero lanciare.
Lo stato dei negoziati/conclusioni del DCFTA con la Tunisia è disponibile sul sito della Commissione europea DG-trade. La Tunisia partecipa anche ai progetti dell'Unione per il Mediterraneo e beneficia della Politica europea di vicinato.
L'evoluzione delle relazioni politiche tra l'UE e la Tunisia è disponibile sul sito dell'Azione esterna dell’UE.
Il Consiglio europeo ha adottato, in consultazione con le autorità tunisine, misure restrittive mirate contro le persone responsabili di appropriazione indebita di fondi pubblici. L'ultimo elenco di persone interessate dal blocco delle attività si trova in un regolamento del 2014. Il blocco si applica fino al 31 gennaio 2018.
Va sottolineato che la libertà di importazione è la regola.


 

 

DOCUMENTI DI SPEDIZIONE

Oltre alla dichiarazione in dogana (DAU o suo equivalente) usualmente richiesta per le spedizioni, (salvo all'interno dell'Unione europea) le spedizioni a destinazione della Tunisia devono essere accompagnate dai documenti di seguito citati.
 
Per ulteriori informazioni consultare il sito Agenzia delle Dogane e dei Monopoli:
https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it/portale/

a) Fattura commerciale
Stabilita in tre esemplari e redatta in lingua francese deve contenere le informazioni abituali.
 
b) Documento EUR.1 EUR-MED
Per consentire ai destinatari delle merci di beneficiare del trattamento preferenziale applicabile ai prodotti originari dell'Unione europea, deve essere fornito un certificato EUR.1 EUR-MED che fungerà da prova dell'origine.
Le spedizioni di importo inferiore a EUR 6.000 o effettuate da un esportatore autorizzato possono essere soggette a una dichiarazione. Questo deve essere stabilito su una fattura, una bolla di consegna o qualsiasi altro documento commerciale che descriva i prodotti interessati in modo sufficientemente dettagliato per poterli identificare.
 
La dichiarazione su fattura o la dichiarazione su fattura EUR-MED è la seguente:
 
"L'esportatore dei prodotti oggetto del presente documento (autorizzazione doganale n. ...) *
dichiara che, salvo indicazione contraria, tali prodotti sono di origine preferenziale .......... **".
• cumulo applicato con .... (nome del paese o dei paesi)
• nessun cumulo applicato ***.
"............................." ****.
[Luogo e data]
".............................".
[Firma dell'esportatore e indicazione, a parole, del nome del firmatario].

*Se la dichiarazione su fattura è compilata da un esportatore autorizzato, il numero di autorizzazione dell'esportatore deve essere inserito qui. Se la dichiarazione su fattura non è presentata da un esportatore autorizzato, la dicitura tra parentesi viene omessa o lo spazio fornito viene lasciato vuoto.
**L'origine dei prodotti deve essere indicata (...).
***Sarà opportuno integrare o meno queste due menzioni a seconda che si sia o meno nel caso di un cumulo di origine pan-euro-mediterraneo possibile
****Queste indicazioni sono opzionali se l'informazione appare nel documento stesso.

Le regole relative all’emissione e impiego di questi documenti sono illustrate nell’Allegato X.
 
c) Certificato di origine
Su richiesta dell’importatore.
Le regole relative all'emissione ed impiego dei certificati di origine sono precisate nell'Allegato XI.
 
d) Certificato fitosanitario (1) 
Per la frutta, i legumi, le sementi ed altri vegetali.
 
e) Certificato sanitario (2) 
Per la carne e sottoprodotti di origine animale (latte, uova, preparazione di carni, ecc..).

f) Certificato Halal (3) 
Tutti i prodotti a base di carne e prodotti lattiero-caseari importati (ad eccezione della carne suina) devono essere accompagnati da un certificato Halal.
       
g) Certificato o attestato di libera vendita dei cosmetici (4) 
Attesta che i prodotti spediti sono conformi alla normativa comunitaria (Reg. CE 1223/2009) e quindi in libera e corrente vendita sul territorio italiano così come in tutti i paesi dell’Unione europea.

Da sapere: i documenti rilasciati da un'amministrazione e direttamente correlati ad un'operazione commerciale o doganale (ad esempio il certificato sanitario) dovranno essere legalizzati.

CONTROLLO DELLE MERCI

Esiste un controllo per la conformità agli standard di importazione.
Questo prende tre forme:

Si consiglia di informarsi con il proprio importatore.

TRASPORTO E IMBALLAGGIO
 
a) Documento di trasporto
I principali documenti di trasporto sono: la polizza di carico, la lettera di vettura aerea Air Waybill (AWB), la lettera di vettura internazionale CMR (Convention des Merchandises par Route).
 
b) Lista dei colli
Questa lista riassume tutte le merci esportate e ne precisa il volume, il numero dei colli, le casse, i contenitori e la quantità esatta delle merci.
 
c) Assicurazione trasporto
Esiste un obbligo di assicurazione locale, vale a dire l'obbligo di garantire, in Ciad, il trasporto internazionale di merci.

d) Trattamento degli imballaggi in legno
Sebbene non vi siano specifiche richieste in merito è raccomandato l'uso di imballaggi sani.
Si consiglia, tuttavia, prima della spedizione contattare il servizio fitosanitario regionale.
Per ulteriori informazioni consultare il sito: https://www.ippc.int/en/countries/tunisia/

IMPORTAZIONE TEMPORANEA

Carnet ATA 
E` possibile esportare temporaneamente con destinazione Tunisia, secondo le procedure carnet ATA. La procedura permette l’ammissione temporanea per gli scopi seguenti:

Per informazioni generali sul Carnet ATA consultare le pagina web di questo sito.

Per conoscere le condizioni di utilizzo del documento in Tunisia verificare la scheda informativa al link seguente >>>

PASSAPORTO E VISTI

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio.
E’ necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi.  Se si resta nel Paese oltre i 90 giorni consentiti, è necessario chiedere, tramite il Posto di Polizia territorialmente competente, un permesso di soggiorno, motivandone le ragioni. Per i casi che presentano una validità residua del passaporto inferiore ai 90 gg., si consiglia di rivolgersi preventivamente presso l’Ambasciata o i Consolati tunisini presenti in Italia o presso il proprio agente di viaggio.
Nel solo caso di viaggio organizzato da “Tour Operators” (esibendo “voucher” turistico recante conferma della prenotazione alberghiera con le date del periodo di permanenza  e il biglietto di ritorno la cui data corrisponda a quella del termine del soggiorno in Tunisia), l’ingresso nel Paese può essere in via eccezionale consentito con la carta d’identità valida per l’espatrio.
La carta di identità deve ovviamente essere in corso di validità e riportare la foto e i dati personali del titolare. La fotocopia del documento NON può in nessun caso sostituire l’originale, nemmeno se si tratta di copia certificata conforme all’originale. Diversamente, il viaggiatore si espone al rischio di essere respinto alla frontiera.
Si sconsiglia pertanto vivamente di tentare l’ingresso in Tunisia senza la documentazione richiesta. Ad ogni buon fine, si raccomanda ai viaggiatori diretti verso le varie destinazioni estere di munirsi comunque di passaporto. Il passaporto resta infatti il principale documento per viaggi all’estero.

Visto d'ingresso: non necessario per soggiorni fino ai 90 gg. E’ richiesta la sola compilazione, a bordo dell’aereo o della nave, di un modulo con i propri dati anagrafici e la motivazione del viaggio che viene poi ritirato dalla Polizia di frontiera.



AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA

Ambasciata di Tunisia
at.roma@tiscali.it
Consolato a Roma
ctsierom@tin.it
Consolato a Napoli
ct.naples@libero.it
Consolato Generale a Palermo
cgt.palermo@libero.it
Consolato a Genova
cotuge@tin.it
Consolato a Milano
cotumi@tin.it
Consolato Onorario di Tunisia a Firenze
http://www.consolato-tunisia-firenze.com/Italiano/Home.html
 
AMBASCIATE E CONSOLATI IN TUNISIA

Ambasciata d’Italia in Tunisia
www.ambtunisi.esteri.it/ambasciata_tunisi
 
ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane
http://www.ice.it/paesi/africa/tunisia/ufficio.htm
 
CAMERE DI COMMERCIO

Camera Italo-Tunisina di Commercio ed Industria
www.ctici.org.tn
Chambre de Commerce et d’Industrie de Tunis
http://www.ccitunis.org.tn/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Nord-Est
http://www.ccibizerte.org.tn/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Nord-Ouest
http://www.ccino.org.tn/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Cap-Bon
http://www.ccicapbon.org.tn/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Sud-Est
http://www.ccise.org/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Sud-Ouest
http://www.cciso.org/front/fr/
Chambre de Commerce et d’Industrie du Centre
http://www.ccicentre.org.tn/
 
MINISTERI

Governo
http://www.ministeres.tn
Premier ministère
http://www.pm.gov.tn
Ministère de la justice et des droits de l’Homme
http://www.e-justice.tn
Ministère des affaires étrangères
http://www.diplomatie.gov.tn
Ministère de la défense nationale
http://www.defense.tn
Ministère du transport
http://www.transport.tn
Ministère des finances
http://www.portail.finances.gov.tn
Ministère du développement et de la coopération internationale
http://www.mdci.gov.tn
Ministère des domaines de l’état et des affaires foncières
http://www.mdeaf.gov.tn
Ministère de l’agriculture, des ressources hydrauliques et de la Pêche
http://www.onagri.nat.tn
Ministère de l'industrie et de la technologie
http://www.industrie.gov.tn
Ministère du commerce et de l’artisanat
http://www.commerce.gov.tn
Ministère des technologies de la communication
http://www.infocom.tn
Ministère de la Culture et de la Sauvegarde du Patrimoine
http://www.culture.tn
Ministère de la santé publique
http://www.santetunisie.rns.tn
Ministère des affaires sociales et de la solidarité et des tunisiens à l'étranger
http://www.social.gov.tn
Ministère de l'enseignement supérieur et de la recherche scientifique
http://www.mes.tn
Ministère de la formation professionnelle et de l'emploi
http://www.emploi.gov.tn
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI

Institut Culturel Italien
http://www.iictunisi.esteri.it/IIC_Tunisi
Agence de Promotion de l’Investissement Extérieur (FIPA)
http://www.investintunisia.tn
Agence de Promotion de l'Industrie et de l'Innovation (APII)
http://www.tunisieindustrie.nat.tn
Centre de Promotion des Exportations de la Tunisie (CEPEX)
http://www.cepex.nat.tn
Fonds d’Accès aux Marchés d’Exportation (FAMEX)
http://www.famex.org.tn
Institut National de la Normalisation et de la propriété industrielle (INNORPI)
http://www.innorpi.tn
Office National de l'Artisanat (ONA)
http://www.onat.nat.tn
Office National de l’Assainissement (ONAS)
http://www.onas.nat.tn
Union Tunisienne de l'Industrie, du Commerce et de l'Artisanat (UTICA)
http://www.utica.org.tn
Union Tunisienne de l’Agriculture et de la Pêche (UTAP)
http://www.utap.org.tn
Union Générale Tunisienne du Travail (UGTT)
http://www.ugtt.org.tn/
Agence de Promotion des Investissements Agricoles (APIA)
http://www.apia.com.tn/
Agence Nationale de Protection de l'Environnement (ANPE)
http://www.anpe.nat.tn/
Agence Nationale pour l'Emploi et le Travail Indépendant (ANETI)
http://www.emploi.nat.tn
Institut national de la statistique (INS)
http://www.ins.nat.tn
Centre de Conciliation et d'Arbitrage de Tunis (CCAT)
http://www.ccat.org.tn/
 
TRASPORTI

Office de l’Aviation Civile et des Aéroports (OACA)
http://www.oaca.nat.tn
Tunisair
http://www.tunisair.com
Compagnie Tunisienne de Navigation (CTN)
http://www.ctn.com.tn
Office de la Marine Marchande et des Ports (OMMP)
http://www.ommp.nat.tn
Société Nationale des Chemins de Fer Tunisiens (SNCFT)
http://www.sncft.com.tn
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI

Délégation de l'union européenne en Tunisie
http://www.deltun.ec.europa.eu
Organisation mondiale de l'Agriculture (FAO)
http://www.Fao.org/debut.htm
Organisation Internationale du travail (OIT)
http://www.Ilo.org/public/french
Organisation des Nations Unies pour le développement industriel (ONUDI)
http://www.Unido.org/doc/what.htmls
Organisation Mondiale du Commerce (OMC)
http://www.wto.org
Banca mondiale
http://www.worldbank.org
Fond monétaire internationale (FMI)
http://dsbb.imf.org
Organisation de la Coopération et du Développement Economique (OCDE)
http://www.oecd.org/statsportal
Division Statistique des Nations Unies
http://www.un.org/depts/unsd/
Commission Economique des Nations Unies pour l'Europe-division statistique
http://www.unece.org/stats/stats_h.htm

PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI

La Banque Centrale de Tunisie
http://www.bct.gov.tn
BTKD-Banque Tunisio-Koweïtienne de développement
http://www.btknet.com/
STB-Société Tunisienne de Banque
http://www.stb.com.tn/Pages/Default.asp
 [ente]Camera di Commercio Italo Araba[/ente] [ufficio][/ufficio] [tel]06.3226751 - 06.3088807[/tel] [n_tel][/n_tel] [tel1]Milano 02-30067789/90[/tel1] [n_tel1][/n_tel1] [fax]06.3226901[/fax] [n_fax][/n_fax] [fax1]Milano 02-3340836[/fax1] [n_fax1][/n_fax1] [email][/email] [n_email][/n_email] [email1][/email1] [n_email1][/n_email1] [email2][/email2] [n_email2][/n_email2] [url_sito]www.cameraitaloaraba.org[/url_sito] [note_ente][/note_ente] [indirizzo]via Monte Parioli, 46[/indirizzo] [zip_code]00197[/zip_code] [localita]Roma[/localita] [note_indirizzo][/note_indirizzo] [telex][/telex] [n_telex] [/n_telex]