CONGO (BRAZZAVILLE)




Fonte dati ISTAT, Ateco 2007

Import 2017 € 1.955.844.272,00
Import 2016 € 1.410.146.164,00
Import 2015 € 942.203.500,00
Export 2017 € 382.767.776,00
Export 2016 € 266.181.162,00
Export 2015 € 186.371.510,00
Aggiornamento: 12/04/2018

Capitale: Brazzaville
Città principali: Pointe Noire
Superficie (km²): 341 999
Popolazione: 5,13 milioni (Banca Mondiale 2016)
Reddito Nazionale: PPA(*): 27,58 miliardi US$ (Banca Mondiale 2016)
Reddito Nazionale /pro-capite: PPA(*):5.380 US$ (Banca Mondiale 2016)
PIL: 7,83 miliardi US$ (Banca Mondiale 2016)
Settori economici: risorse naturali, forestali e minerarie.
Religione: prevalentemente cattolica, con minoranze animista, protestante, musulmana
Lingua ufficiale: francese
Lingue parlate: francese, lingala
Moneta: franco CFA, XAF
Fuso orario: stessa ora rispetto all'Italia, -1 ora quando in Italia vige l'ora legale

(*) PPA – parità potere di acquisto

 

 Il Congo Brazzaville appartiene a diverse organizzazioni regionali, tra cui la CEMAC (Comunità economica e monetaria dell'Africa centrale), e l’ECCAS (Comunità economica degli Stati dell'Africa centrale), istituita dal 1983 ma il cui processo di integrazione è lento a decollare.


Appartiene anche all’Organizzazione per l’armonizzazione dei diritti di affari in Africa (OHADA e alla zona franca..

Il Congo Brazzaville è membro del WTO dal 27 marzo 1997.
 
Fa anche parte dei paesi ACP (Africa, Caraibi e Pacifico). L'accordo di partenariato ACP/CE, firmato a Cotonou il 23 giugno 2000 è entrato in vigore nel 2003. Esso prevede l'istituzione di accordi di partenariato economico (APE) che l'UE continua a negoziare con sette regioni Africa, i Caraibi e il Pacifico. Il Congo negozia nel gruppo di paesi dell'Africa centrale. Il Camerun è l'unico paese del gruppo ad aver firmato un accordo. Il gruppo continua a negoziare con l'UE.

Lo stato dei negoziati/conclusioni della EPA tra l'UE e l'Africa centrale è disponibile sul sito web della Commissione Europea – DG Commercio.
Lo sviluppo delle relazioni politiche tra l'UE e il Congo Brazzaville è disponibile sul sito web Azione Esterna dell’UE.
 
Per l'importazione di merci, ci sono alcuni divieti (rifiuti alimentari, farmaci, stupefacenti, armi e munizioni, armi giocattolo, etc.), le autorizzazioni sono necessarie per: armi, prodotti farmaceutici, prodotti origine animale e vegetale.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

DOCUMENTI DI SPEDIZIONE

Oltre alla dichiarazione in dogana (DAU o suo equivalente) usualmente richiesta per le spedizioni, (salvo all'interno dell'Unione europea) le spedizioni a destinazione del Congo Brazzaville devono essere accompagnate dai documenti di seguito citati.
 
Per ulteriori informazioni consultare il sito Agenzia delle Dogane e dei Monopoli:
https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it/portale/

a) Fattura commerciale
Deve essere redatta in almeno in tre esemplari e deve contenere i riferimenti abituali.
Può essere redatta in francese.
   
b) Documento EUR.1
Anche se il Congo non ha un regime doganale preferenziale ai prodotti originari dell’Unione europea (UE), i servizi doganali possono richiedere un documento EUR.1 al momento dell`importazione di questi prodotti ed, in particolare, quando questi sono incorporati nella fabbricazione di un prodotto locale e riesportati verso l’UE.

Le spedizioni di valore inferiore a 6.000 Euro, o effettuate da un esportatore accreditato, possono dar luogo alla presentazione di una dichiarazione (come per l’EUR.1, quando queste sono incorporate nella fabbricazione di un prodotto locale e riesportate verso l’UE).

La dichiarazione dovrà essere redatta su una fattura, un buono di consegna o altro documento commerciale che descriva i prodotti in modo sufficientemente dettagliato per essere identificati.

La dichiarazione è la seguente:
"L'esportatore dei prodotti coperti dal presente documento (autorizzazione doganale n°...)* dichiara che, salvo indicazione chiara del contrario, i suddetti prodotti hanno origine preferenziale**.
.....Luogo e data
.....Firma dell`esportatore e indicazione, per esteso, del nome del firmatario."
 
*Se la dichiarazione su fattura è fatta da un esportatore accreditato, in questo punto deve essere riportato il numero di autorizzazione.
In caso contrario, la dicitura tra parenesi deve essere omessa o lo spazio lasciato in bianco.
**L'origine dei prodotti deve essere riportata nello spazio tra le parentesi (...). Queste informazioni sono facoltative se sono riportate all'interno del documento.
 
Le condizioni relative all’emissione e all’utilizzazione di questi formulari sono precisati nell’Allegato X.
 
c) Certificato di origine
Su richiesta dell’importatore. Il certificato dovrà essere stabilito sul formulario comunitario.

Le regole relative all’emissione e all’utilizzazione dei certificati di origine sono precisate nell’Allegato XI.
 
d) Certificato fitosanitario (1) 
Per la frutta, i legumi, le sementi ed altri vegetali.
 
e) Certificato sanitario per le carni (2) 
Per la carne e sottoprodotti di origine animale (latte, uova, preparazione di carni, ecc..).

f) Certificato o attestato di libera vendita dei cosmetici
Non richiesto.
 
ISPEZIONE DELLE MERCI

Dal 1 maggio 2015 le spedizioni in Congo Brazzaville non sono più soggette a controlli tradizionali prima dell'imbarco ma a un semplice controllo documentale da effettuare, preferibilmente, prima della spedizione della merce.
Questo controllo, effettuato da società incaricate dalle autorità congoles, isi applica a tutte le spedizioni con un valore FOB uguale o superiore a 1 milione di franchi CFA.

TRASPORTO E IMBALLAGGIO
 
a) Documento di trasporto
I principali documenti di trasporto sono: la polizza di carico, la lettera di vettura aerea Air Waybill (AWB), la lettera di vettura internazionale CMR (Convention des Merchandises par Route).
 
b) Lista dei colli
Questa lista riassume tutte le merci esportate e ne precisa il volume, il numero dei colli, le casse, i contenitori e la quantità esatta delle merci.
 
c) Distinta di carico elettronica
Il documento è disponibile sul sito web del Conseil congolais des chargeurs. Si sottolinea che è necessario riportare il numero del visa unico (NVU) dell’ufficio sul documento di trasporto (BL).
 
d) Assicurazione trasporto
Le spedizioni a destinazione del Congo Brazzaville devono essere assicurate localmente.
 
e) Trattamento degli imballaggi in legno
Sebbene l'attuale legislazione della Repubblica del Congo – Brazzaville non esiga il trattamento degli imballaggi in legno secondo la norma norme ISPM-15 FAO, si raccomanda il trattamento degli imballaggi secondo la nuova normativa internazionale.
Per ulteriori informazioni consultare il sito: https://www.ippc.int/countries/congo

SPEDIZIONE TEMPORANEA

Il Paese non aderisce alla Convenzione ATA. L'importazione avviene secondo le norme di diritto comune.
 
PASSAPORTI E VISTI

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento della partenza. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata del Paese in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto di ingresso: obbligatorio, da richiedere presso le Rappresentanze diplomatico-consolari della Repubblica del Congo in Roma. Unitamente al visto d’ingresso occorre essere in possesso di:



AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA
 
Ambasciata Repubblica del Congo in Italia: ambacorome@libero.it
Consolato della Repubblica del Congo a Roma: info@consolatocongo.it
 
AMBASCIATE E CONSOLATI IN CONGO
 
Ambasciata d’Italia a Brazzaville: http://www.ambbrazzaville.esteri.it/Ambasciata_Brazzaville
Consolato Onorario: consolatoonorario.pnr@gmail.com
 
ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane
http://www.ice.it/paesi/africa/repsudafricana/ufficio.htm
L'Ufficio di Johannesburg fornisce servizi di assistenza e informazione per Congo-Brazzaville

CAMERE DI COMMERCIO
 
Chambre de Commerce de Brazzaville: http://www.cciambrazza.com/
Chambre de Commerce de Pointe Noire: http://cciampnr.com/
 
ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA
 
APNI-Associazione per il sostegno delle PMI: http://www.apni-congo.org/
 
MINISTERI E DIPARTIMENTI
 
Presidenza della Repubblica del Congo: www.presidence.cg
Governo: http://www.presidence.cg/site/les-institutions/le-gouvernement-de-la-republique
Ministero dell'Economia, delle Finanze e del Bilancio pubblico: www.mefb-cg.org
Direzione generale delle Imposte: http://www.dgicongo.org/
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI
 
Dogane: http://www.douanes.gouv.cg/
Centre National de la Statistique et des Etudes Economiques: http://www.cnsee.org/
API - Agenzia per la promozione degli investimenti: http://www.apicongo.org/
Normalizzazione / Standard:
http://www.iso.org/iso/fr/about/iso_members/iso_member_body.htm?member_id=575665
Appalti pubblici della Repubblica del Congo:http://www.mefb-cg.org/gr_travaux/appel_offres.html
Centro formalità delle imprese: http://www.mefb-cg.org/investissements/cfe.html
Union Patronale et Interprofessionnelle du Congo : http://www.unicongo.org/
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI
 
Delegazione UE a Brazzaville: http://www.eeas.europa.eu/delegations/congo/index_fr.htm
Banca Mondiale: http://web.worldbank.org
FMI – Fondo Monetario Internazionale: http://www.imf.org/external/country/cog/index.htm
Banque des Etats de l’Afrique Centrale (BEAC) : http://www.beac.int
 
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI
 
BGFIBank Congo: http://www.bgfi.com/
Union Congolaise de Banques SA (UCB) : http://www.mbendi.com/orgs/cbzw.htm
Banca Commerciale Internazionale: http://www.bci.banquepopulaire.com/


(1) I Certificati fitosanitari di esportazione, sono rilasciati dal servizio fitosanitario delle Regioni di appartenenza.
L'organo competente è il Servizio Fitosanitario Nazionale, costituito dal Servizio Fitosanitario Centrale presso il Ministero Agricoltura e dai Servizi Fitosanitari Regionali (SFR) presso le Regioni.
Il Servizio Fitosanitario Centrale ha compiti di coordinamento, mentre ad operare sul territorio sono i SFR.
Il personale abilitato all'attuazione della normativa fitosanitaria possiede la qualifica di 'Ispettore Fitosanitario' ed è munito di apposita tessera di riconoscimento.

(2) I certificati sanitari per i prodotti animali vari (ittici, molluschi ecc.) e derivati animali come latticini formaggi ecc. I certificati vengono rilasciati dal servizio veterinario delle ASL di appartenenza.
Per ulteriori informazioni consultare il sito Ministero della salute.

(3) La società accreditata ad effettuare l’ispezione è COTECNA