Gabon - documenti export

 

 

DOCUMENTI DI SPEDIZIONE

Oltre alla dichiarazione in dogana - DAU in versione dematerializzata - usualmente richiesta (salvo all'interno dell'Unione europea), le spedizioni a destinazione del Gabon devono essere accompagnate dai documenti di seguito citati.
 
Per ulteriori informazioni consultare il sito Agenzia delle Dogane e dei Monopoli:

a) Fattura commerciale
Redatta almeno in tre copie e in lingua francese, deve contenere i riferimenti abituali.

b) Certificato di origine
Su richiesta dell’importatore dovrà essere redatto sul formulario comunitario.
Le regole relative all'emissione e utilizzo dei certificati di origine sono illustrate nell'Allegato XI.

c) Certificato fitosanitario
Per la frutta, la verdura, le sementi e altri vegetali. (4)

d) Certificato sanitario
Per la carne e sottoprodotti di origine animale (latte, uova, preparazione di carni, ecc. (5)

e) Certificato o attestato di vendita libera per i cosmetici
Non richiesto.

Da sapere: I documenti rilasciati da un'amministrazione e direttamente collegati ad un'operazione commerciale o doganale (certificato sanitario, ad esempio) devono essere legalizzati in anticipo.

TRASPORTO, IMBALLAGGIO

a) Documento di trasporto
I principali documenti di trasporto sono: la polizza di carico, la lettera di vettura aerea Air Waybill (AWB), la lettera di vettura internazionale CMR (Convention des Merchandises par Route).

b) Lista dei colli
Questa lista riassume tutte le merci esportate e ne precisa il volume, il numero dei colli, le casse, i contenitori e la quantità esatta delle merci.
 
c) Assicurazione trasporto
La normativa del Gabon prescrive che tutte le spedizioni destinate nel Paese, di valore FOB uguale o superiore a 300.000 CFA, debbano essere assicurate localmente. (6)
In Gabon è possibile contattare la società di assicurazione OGAR.

d) Distinta di carico elettronica (BIETC)
Questo documento è obbligatorio per le spedizioni marittime e permette il tracciamento del carico. In caso di assenza, l'esportatore sarà multato pesantemente.
Il codice BIETC è valido per una singola spedizione e deve essere indicato nella polizza di carico.
Le spese di elaborazione possono variare a seconda della natura della spedizione, delle sue dimensioni e del luogo di spedizione.

e) Trattamento degli imballaggi in legno
Sebbene non vi siano specifiche richieste in merito è raccomandato l'uso di imballaggi sani.
Si consiglia, tuttavia, prima della spedizione contattare il servizio fitosanitario regionale.

Per ulteriori informazioni consultare il sito: https://www.ippc.int/countries/gabon

Da sapere:
  • l'imballaggio deve indicare "importato da".
  • l'etichettatura deve essere in francese e deve riportare il "Made in". I requisiti sono in linea con le pratiche internazionali.  
  • i prodotti alimentari deperibili, i cosmetici ed i prodotti farmaceutici devono includere: paese di origine, data di produzione, data di scadenza, elenco degli ingredienti, ecc.
ISPEZIONE DELLE MERCI

Le spedizioni con destinazione Gabon devono dar luogo, prima dell'imbarco, a una verifica della conformità dei prodotti, attualmente previsto per spedizioni superiori a 3.000 euro.
Tale soglia sarà abbassata a 1.000 euro a partire dal 1 agosto 2021 e riguarderà tutti i prodotti ad eccezione di quelli alimentari.

Il certificato conferma che i prodotti sono conformi alle normative tecniche del Gabon e alle norme nazionali, regionali o internazionali.

I seguenti prodotti sono esenti:
• pacchi postali privi di valore commerciale,
• campioni commerciali, ecc.

Il controllo è effettuato da società incaricate dalle autorità locali, nello specifico: SGS Monitoring e Bureau Veritas.
 
Come con altri programmi di conformità, l'accertamento comprende tre metodi di verifica:
• metodo A per spedizioni non regolari;
• metodo B per spedizioni regolari;
• metodo C che riguarda prevalentemente i produttori.

PASSAPORTO E VISTI

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento della richiesta di visto di ingresso nel Paese.

Visto d’ingresso: necessario, da richiedere prima della partenza presso l’Ambasciata del Gabon a Roma (Via San Marino, 37 - 00198 Roma, Tel. 06.85358970; Fax 06.8417278).
Da alcuni mesi è in vigore una procedura alternativa  che consente di ottenere il visto on-line al link: https://evisa.dgdi.ga/ oppure sul sito della «Direction Générale de la Documentation et de l’Immigration»: https://www.dgdi.ga/. Essa consente di ricevere direttamente al proprio indirizzo e-mail l’autorizzazione all’ingresso in Gabon che andrà presentata all’arrivo nel Paese alle competenti Autorità  presso l’aeroporto internazionale di Libreville.
Il sito della «Direction Générale de la Documentation et de l’Immigration»  indica la possibilità di ottenere l’autorizzazione al visto (il visto vero e proprio si ottiene  in aeroporto dietro pagamento del costo relativo) entro 72 ore dalla data di partenza. E’ comunque consigliabile  effettuare la richiesta perlomeno una settimana prima del viaggio.

 

SPEDIZIONE TEMPORANEA

Carnet ATA
Il Paese NON aderisce al convenzione ATA. Le esportazioni temporanee si fanno secondo le procedure del diritto comune attraverso un intermediario.
 
Per ulteriori informazioni consultare le pagina web di questo sito.