Cuba - documenti export

 

 

DOCUMENTI DI SPEDIZIONE

Oltre alla dichiarazione in dogana (DAU o suo equivalente) usualmente richiesta per le spedizioni, (salvo all'interno dell'Unione europea) le spedizioni a destinazione Cuba devono essere accompagnate dai documenti di seguito citati.
   
Per ulteriori informazioni consultare il sito Agenzia delle Dogane e dei Monopoli:

a) Fattura commerciale
Minimo in tre esemplari, può essere redatta in spagnolo o inglese. Deve includere le informazioni abituali ed in particolare:
  • Incoterm negoziato,
  • unità monetaria,
  • descrizione commerciale delle merci,
  • prezzo unitario,
  • spese aggiuntive,
  • costo del trasporto,
  • costo dell'assicurazione delle merci.
Attenzione! Dal 2003, le transazioni in USD sono proibite.
Deve essere accompagnato da un elenco dettagliato di imballaggio che si riferisce alla fattura (a meno che la partita contenga solo un pacchetto).
 
b) Certificato di origine
Necessario, il documento deve essere redatto su formulario comunitario e deve essere vistato dalla Camera di Commercio e Industria.
Le regole per l'emissione e l'utilizzazione dei certificati d'origine sono precisati nell'Allegato XI.
 
c) Certificato fitosanitario
Per la frutta, i legumi, le sementi ed altri vegetali. E' rilasciato dal servizio fitosanitario delle regioni. (1)
 
d) Certificato sanitario
Necessario per le carni e sottoprodotti di origine animale (latte, uova, preparazione di carni, ecc.).(2)
Informazioni possono essere richieste presso gli Uffici veterinari delle Regioni di appartenenza, è comunque consigliabile rivolgersi prima della partenza presso il proprio importatore.
 
e) Certificato di non contaminazione radioattiva
Necessario per latte e latticini.
 
f) Certificato o attestato di vendita libera per i cosmetici
Sulla base delle informazioni fornite dall'esportatore, attesta che i prodotti spediti sono conformi alla normativa italiana e in libera e corrente vendita sul territorio nazionale. (3)

Da sapere: Esistono requisiti di etichettatura, in particolare per prodotti alimentari, giocattoli e pesticidi.
L'etichetta deve essere in spagnolo. Può essere in un'altra lingua a condizione che esista una versione spagnola.
Si prega di fare riferimento alle informazioni sul sito Market Access, nella sezione “Procedure e formalità” che tuttavia dovrebbero essere completate.
   
TRASPORTO E IMBALLAGGIO

a) Documenti di trasporto
I principali documenti di trasporto sono la polizza di carico marittima, la lettera di trasporto aereo LTA o AWB, la lettera di vettura internazionale CMR e la lettera di vettura ferroviaria CIM.
 
b) Lista dei colli
Deve essere dettagliata e riferirsi alla fattura, a meno che la spedizione contenga solo un pacchetto.

c) Assicurazione trasporto
Non è necessaria tuttavia il governo incoraggia un’assicurazione locale.
 
d) Trattamento degli imballaggi in legno
A partire dal 1° ottobre 2005 Cuba impone il trattamento degli imballaggi in legno secondo la normativa ISPM-15 FAO.
Per ulteriori informazioni consultare il sito https://www.ippc.int/countries/CUBA
 
PASSAPORTO E VISTI

Passaporto: Le Autorità di frontiera hanno la possibilità di non ammettere l’ingresso di stranieri in possesso di passaporto con validità residua inferiore ai sei mesi. Anche se gli stranieri provenienti da Paesi di cui esista a Cuba una Rappresentanza diplomatico/consolare (come l’Italia) in genere non hanno difficoltà ad essere ammessi anche con una validità residua inferiore, si suggerisce comunque di presentare sempre un passaporto che non scada prima dei sei mesi dall’ingresso nel Paese.
E’ inoltre buona norma informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato cubani presenti in Italia, o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto d’ingresso: necessario. Il tour operator presso cui si acquista il biglietto aereo in genere si occupa del visto d’ingresso; coloro che viaggiano individualmente, possono ottenerlo presso gli uffici consolari cubani in Italia. E' comunque sempre necessario aver ottenuto il visto (Tarjeta Turistica) prima della partenza: in difetto, si potrebbe essere respinti all'imbarco.
Il visto d’ingresso viene concesso per un periodo massimo di trenta giorni, rinnovabile per ulteriori 30 giorni (per una durata complessiva di 60 giorni) dietro pagamento di una tassa statale presso i locali uffici delle autorità di immigrazione.
Le autorità cubane hanno la facoltà di porre il turista in fermo di polizia fino al momento del rimpatrio, che avviene a spese del turista stesso.

Le attività svolte durante il soggiorno a Cuba debbono essere coerenti con la tipologia di visto richiesta. In particolare, si rammenta che il visto turistico non consente lo svolgimento di alcuna attività lavorativa o di attività diverse da quelle prettamente legate al turismo (come, ad esempio, la professione giornalistica). In caso di violazione delle disposizioni migratorie cubane le sanzioni sono piuttosto severe e comportano la detenzione e l’espulsione dal Paese.
 
SPEDIZIONE TEMPORANEA

Carnet ATA
Il paese NON aderisce alla convenzione ATA. Le esportazioni temporanee devono seguire le procedure della normativa comune attraverso un agente. Si suggerisce comunque di informarsi presso la propria Camera di Commercio o consultare l"ABC dell'export" di questo sito.