POLONIA

A partire dal 1° maggio 2004, gli accordi di associazione che sostengono le relazioni commerciali tra l'UE ed i nuovi membri sono decadute e gli scambi con i nuovi membri divengono scambi intracomumnitari scomparsa dell'EUR.1 e della dichiarazione in dogana, soppressione dei diritti doganali e altri diritti assimilati, applicazione dell'IVA nei paesi di consumo dei prodottti, sostituzione della dichiarazione in dogana, dalla dichiarazione di scambio dei beni).
E' importante notare che i regimi economici e sospensivi messi in pratica prima del 1° maggio 2004 devono essere liquidati anche se terminano dopo questa data (come nel caso dell'imposta doganale, dei regimi di perfezionamento attivo e passivo, delle ammissioni temporanee ecc.)
I paesi dell'Unione europea ammettono, in assenza dei diritti doganali e senza formalita' doganali, l'entrata sul loro territorio di merci che abbiano carattere comunitario. Hanno questo carattere le merci:
- originarie degli Stati dell'Unione europea,
- in libera pratica nell'Unione europea.


Documenti di spedizione
Le spedizioni destinate alla Polonia devono essere accompagnate dai seguenti documenti.

Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.agenziadogane.it/.
Fattura commerciale
Usuale. Deve essere molto dettagliata con l'indicazione delle condizioni di vendita.
Le dogane polacche esigono una fattura originale con timbro dell'impresa.
 
Certificato d`origine
Obbligatorio per alcuni prodotti non originari dell'Unione europea.
Certificato fitosanitario
Per la frutta, la verdura, le sementi.(5)
 
Certificato sanitario
Per i prodotti di origine animale.(6)
 
Certificato o attestato di libera vendita dei cosmetici
Redatto sulla base delle informazioni fornite dall'esportatore, attesta che i prodotti forniti sono conformi alla legislazione italiana e in libera e corrente vendita in Italia. (7)

Trattamento degli imballaggi in legno
Non necessario.

Carnet ATA
E' possibile esportare temporaneamente con destinazione Polonia secondo le procedure ATA.
La procedura permette l'ammissione temporanea:
-di merci destinate ad essere presentate alle fiere, esposizioni e manifestazioni simili;
-di materiale professionale;
-di campioni commerciali;
-di merci in transito;
-di spedizioni postali.(8)

Assicurazione trasporto
Non necessaria.

Visto d’affari sul passaporto
Non necessario.